Ultima modifica: 26 Novembre 2017
home > Progetti > Cultura della sicurezza

Cultura della sicurezza

torna alla tabella dei progetti
PROGETTO

 DIFFUSIONE DELLA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA DELL’OBBLIGO

OBIETTIVI /RISULTATI ATTESI (MISURABILI)
  •  Individuare i temi della sicurezza già presenti nella programmazione scolastica per richiamarne la valenza affinché non siano trascurati, sminuiti o disattesi
  • Elaborare percorsi didattici per la promozione, a livello scolastico, della cultura della sicurezza e della prevenzione
  • Stendere e proporre strumenti per valutare le conoscenze e le competenze in materia di sicurezza
  • Conoscenza di comportamenti dettati da norme di sicurezza
  • Assunzione di responsabilità in rapporto all’età e ai rischi incontrati
  • Promozione di comportamenti ispirati alla sicurezza, alla solidarietà e al rispetto
RISORSE UMANE:
DOCENTI, ATA, SPECIALISTI
  •  Componenti degli organigramma della sicurezza
  • Insegnanti delle classi filtro
  • Enti e Associazioni che operano sul territorio (Gruppo A.N.A. di Bellano, Varenna e Lecco, diverse squadre di Protezione Civile,  Vigili del Fuoco, Soccorso Bellanese, Gruppo Volontari Protezione Civile A2A, Dipartimento di Protezione Civile, esperti informatici, esperti nel settore delle dipendenze, ecc..)
AZIONI
  •  Prove di evacuazione obbligatorie;
  • corsi di formazione di base per gli insegnanti e il personale della scuola;
  • corsi di formazione per figure sensibile: squadre antincendio, squadre di primo soccorso, preposti, A.S.P.P., eventuali R.S.P.P.;
  • incontri di informazione e formazione con classi filtro:
  • classe prima o seconda della scuola primaria: che cosa significa sicurezza, quali sono i rischi e i pericoli sul nostro territorio, come si effettua un’evacuazione dell’edificio scolastico;
  • classe quarta o quinta della scuola primaria: gli incidenti domestici, sicurezza in bici (educazione stradale);
  • classe prima della scuola secondaria di primo grado: partecipazione al Campo Scuola “Anch’io sono la Protezione Civile” promosso dal Dipartimento di Protezione Civile e gestito dai gruppi di volontariato A2A di Milano (ref. Patelli) e A.N.A. Bellano;
  • classe seconda e terza della scuola secondaria di primo grado: la sicurezza in INTERNET impariamo a conoscere i pregi e i pericoli del Web;
  • classe terza della scuola secondaria di primo grado: la sicurezza negli ambienti pubblici: come muoverci in uno spazio commerciale, in una discoteca, in una piazza; incontro di informazione sulle dipendenze.
  • iniziative di sensibilizzazione in collaborazione con figure istituzionali

Per quanto concerne i primi tre punti saranno messe in atto tutte quelle iniziative obbligatorie affinché possano essere completati tutti i requisiti richiesti dalle leggi vigenti in materia di sicurezza.

Le proposte del quarto punto saranno concordate con gli insegnanti delle relative classi e verranno presentate da personale volontario qualificato (insegnanti, protezione civile, vigili urbani, medici e psicologi) che interverranno su argomenti specifici, prestando la loro opera a titolo gratuito.

STRUMENTI, MATERIALI, STRUTTURE  
TEMPI DI ATTUAZIONE
(3 ANNI):PREVISIONI DI MONITORAGGIO PER INDIVIDUARE CRITICITÀ, PROGRESSI, AGGIUSTAMENTI E MODIFICHE
  •  Le attività didattiche specifiche, come già espresso in precedenza, saranno proposte in classi “filtro”, quindi sempre ripetibili nel triennio 2016/2019.
  • Ogni singola fase del progetto sarà seguita da incontri dove si espliciteranno le problematiche emerse per sottoporle ad analisi e studiarne eventuali soluzioni
  • Ogni anno, attraverso una verifica in “itinere”, dopo aver valutato i punti di forza e di debolezza di quanto proposto, potranno essere modificate, sostituite o aggiornate le varie modalità di intervento. 
COPERTURE FINANZIARIE  Non avendo previsto interventi a pagamento ma esclusivamente a titolo gratuito, anche gli esperti esterni fanno parte di Associazioni di volontariato; l’eventuale copertura finanziaria sarà soggetta solo alle spese di incentivazione per gli insegnanti che faranno parte della eventuale Commissione Sicurezza ( fondo d’Istituto) e a quelle  relative alla preparazione del  materiale di facile consumo necessario: fotocopie, plastificazione cartelli, ecc… ( fondo del diritto allo studio)

torna su

vai alla tabella progetti




Torna in alto