Ultima modifica: 19 Novembre 2017
home > Progetti > Sostegno all’integrazione scolastica degli alunni non italiani

Sostegno all’integrazione scolastica degli alunni non italiani

torna alla tabella dei progetti
PROGETTO

 SOSTEGNO ALL’INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI NON ITALIANI

OBIETTIVI /RISULTATI ATTESI (MISURABILI)  Obiettivi:

  • Facilitare l’ingresso a scuola degli alunni non italiani e sostenerli nella fase d’adattamento al nuovo ambiente
  • Favorire un clima d’accoglienza nella scuola
  • Entrare in relazione positiva con la famiglia immigrata
  • Promuovere la comunicazione e la collaborazione tra scuole e tra scuola e territorio sui temi dell’accoglienza e dell’educazione interculturale
  • Favorire atteggiamenti ispirati alla comprensione reciproca, tolleranza, rispetto, solidarietà, apertura verso “l’altro”
  • Valorizzare tutte le culture (compresa quella italiana) in uno spirito di confronto, accettazione e apprezzamento delle diversità
  • Cercare di far superare agli alunni stereotipi e pregiudizi
  • Contribuire come scuola a creare uno spirito di cittadinanza attiva e plurale basato sulla costruzione di convergenze verso valori

Risultati attesi:

Nella scuola dell’infanzia:

  • Favorire attraverso interventi specifici e qualificati l’ascolto e la comprensione dell’italiano L2
  • Far acquisire ai bambini non italofoni una comunicazione orale accettabile al fine della comprensione e produzione dei messaggi (BICS lingua del qui ed ora).

Nella scuola primaria e secondaria di 1° grado:

  • Saper scrivere e trascrivere usando la lingua italiana
  • Utilizzare la lingua per semplici produzioni scritte e per scopi funzionali (questionari, comunicazioni, …)
  • Apprendere gradualmente la lingua dello studio (CALP)

Per tutti i docenti

  • Attuazione e codificazione di modalità condivise e un percorso definito per seguire l’inserimento ed il sostegno degli alunni come pratica e procedura consueta e non più come azione in situazioni di emergenza
  • Riuscire ad impostare e realizzare rapporti positivi di collaborazione con le famiglie migranti
  • Riattivazione e mantenimento di una rete di collaborazioni con le risorse presenti nel territorio che permetta di ampliare ed integrare l’offerta formativa della scuola
RISORSE UMANE:
DOCENTI, ATA, SPECIALISTI
  •  Tutti i docenti
  • Segreteria e ata del plesso
  • Amministrazioni comunali, ASL, Associazioni locali (Les Cultures, Caritas Mandello, volontari…)
AZIONI  
STRUMENTI, MATERIALI, STRUTTURE
  •  Libri di testo/anche facilitato
  • materiali multimediali
  • computer
  • realia
  • aula
  • accesso a internet
TEMPI DI ATTUAZIONE
(3 ANNI):PREVISIONI DI MONITORAGGIO PER INDIVIDUARE CRITICITÀ, PROGRESSI, AGGIUSTAMENTI E MODIFICHE
  •  Attivazione del Protocollo di Accoglienza nel caso di un neoarrivo (scheda rilevazione dati all’atto dell’iscrizione, proposta di assegnazione alla classe entro 10 giorni)
  • Attivazione della Commissione Accoglienza nel caso di un neoarrivo entro una settimana dall’iscrizione
  • Possibile adozione di testi scolastici semplificati/facilitati per alunni di origine non italiana all’arrivo e nel prosieguo degli anni di formazione
  • Attivazione di laboratori di Italiano L2 da parte dei docenti dell’istituto o di personale qualificato messo a disposizione da Enti alla bisogna/ogni anno scolastico
  • Attivazione di un doposcuola per migranti a Lierna
  • Corsi di sostegno/recupero in orario extrascolastico alla bisogna/ogni anno scolastico
  • Proposta di progetti interculturali alla bisogna
  • Produzione e divulgazione di documentazione o materiali anche multimediali in seguito a progetti o laboratori
  • Monitoraggio dei percorsi individualizzati concordati almeno a cadenza mensile nei team, nei consigli di classe e di intersezione
  • Monitoraggio ed adeguamento degli strumenti utilizzati (schede di passaggio, sussidi utilizzati,..)
  • Stesura della scheda di passaggio tra scuola dell’infanzia e scuola primaria per ogni alunno non italiano al termine dell’anno scolastico
  • Stesura della scheda di passaggio tra scuola primaria e scuola secondaria per ogni alunno non italiano al termine dell’anno scolastico
COPERTURE FINANZIARIE
  •  Enti locali
  • Fondi specifici (forte processo immigratorio)
  • Volontariato



Torna in alto