Ultima modifica: 22 febbraio 2015
home > Indirizzo musicale > Linee guida dell’indirizzo musicale

Linee guida dell’indirizzo musicale

Regolamento deliberato dal Consiglio di Istituto del 29 gennaio 2015

  1. Il Corso a Indirizzo Musicale offre l’opzione per lo studio di uno dei seguenti quattro strumenti insegnati nella nostra scuola (per assegnazione di organico provinciale da parte dell’Ufficio Scolastico): Chitarra classica, Flauto traverso, Percussioni, Violoncello.
  2. Il Corso, di durata triennale, prevede 3 ore curriculari aggiuntive all’orario settimanale, collocate in fascia pomeridiana; la frequenza è obbligatoria per il triennio.
  3. I rientri settimanali sono, generalmente,  2:
    • per la lezione di Musica d’Insieme (Orchestra) e per la lezione Collettiva di Strumento – tale pomeriggio si svolge necessariamente nell’aula di musica della sede di Bellano, di solito il lunedì pomeriggio a partire dalle ore 13.15
    • per la Lezione Individualizzata di Strumento, possibilmente nei plessi di appartenenza, in giorni da verificare con la segreteria e da concordare con le famiglie nel mese di settembre.

L’Istituto Comprensivo Vitali di Bellano gode di una deroga speciale del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia il quale, a fronte di una normativa che convalida i corsi a I. M. esclusivamente in plessi unici (anche in contesti analoghi al nostro), ha concesso in via eccezionale (e forse transitoria) la realizzazione del Corso sui tre plessi dell’I.C.

  1. L’iscrizione è soggetta, per normativa nazionale, al superamento di una semplice prova orientativo-attitudinale, durante la quale saranno proposti test standardizzati volti a sondare le caratteristiche percettive degli alunni (ritmo, altezze, memorizzazione e vocalità, attitudine psico-fisica).
    • Tale prova si svolgerà, nella sede di Bellano, nei giorni immediatamente successivi al termine ultimo per le iscrizioni on-line.
    • Non occorre saper già suonare.
    • L’eventuale capacità strumentale pregressa e/o la frequentazione di corsi progettuali di avviamento alla pratica musicale non costituiscono, per legge, diritto prioritario di ammissione; semmai, rappresentano una stimolazione positiva dell’attitudine.
  1. Al termine delle prove, la commissione – costituita per decreto ministeriale dai quattro docenti di Strumento in servizio, da un docente di Musica, dal Dirigente o dal suo Vicario –stilerà una graduatoria generale: i primi 24 alunni, previa conferma diretta delle famiglie, saranno inseriti nel gruppo-classe a Indirizzo Musicale
  2. Agli alunni e alle famiglie – all’atto dell’iscrizione e, per conferma, durante lo svolgimento della prova – è richiesto di esprimere l’ordine di preferenze rispetto a tutti gli strumenti indicati.
  3. I criteri di assegnazione alla classe di strumento sono i seguenti:

CRITERI:

I        Valutazioni della prova attitudinale

II       Graduatoria di merito

III     Desiderata dell’aspirante

  1. La scuola si impegna nel tempo a incrementare la dotazione di strumenti musicali da mettere a disposizione in comodato d’uso.
  2. I Consigli di Classe sono, a tutti gli effetti, dei Consigli di Classe a Indirizzo Musicale; da ciò consegue il fatto che i docenti delle varie discipline terranno debitamente conto degli impegni aggiuntivi (studio, prove, lezioni, saggi, trasferte, gemellaggi, ecc.) precipui del “Musicale”, sia in fase di programmazione sia nell’assegnazione dei compiti o nell’organizzazione delle verifiche e degli impegni scolastici.
  3. Valutazione:
    • la specialità strumentale è disciplina curriculare, pertanto è valutata come tutte le altre materie;
    • in sede di Esame di Licenza gli alunni sosterranno una piccola prova strumentale, inserita nell’ambito del colloquio pluridisciplinare;
    • nel Certificato delle Competenze, rilasciato dalla scuola in funzione del passaggio alla formazione di secondo grado, sarà riportata anche la valutazione relativa allo Strumento Musicale.
Regolamento musicale 29 gennaio 2015
Titolo: Regolamento musicale 29 gennaio 2015 (200 clicks)
Filename: regolamento_musicale_29gennaio2015.pdf
Dimensione: 492 KB


 

  1. Il Corso a Indirizzo Musicale offre l’opzione per lo studio di uno dei seguenti quattro strumenti insegnati nella nostra scuola (per assegnazione di organico provinciale da parte dell’Ufficio Scolastico): Chitarra classica, Flauto traverso, Percussioni, Violoncello.
  1. Il Corso, di durata triennale, prevede 3 ore curriculari aggiuntive all’orario settimanale, collocate in fascia pomeridiana; la frequenza è obbligatoria per il triennio.
  1. I rientri settimanali sono, generalmente, 2:
    – per la lezione di Musica d’Insieme (Orchestra) e per la lezione Collettiva di Strumento – tale pomeriggio si svolge necessariamente nell’aula di musica della sede di Bellano, di solito il lunedì pomeriggio a partire dalle ore 13.15
    – per la Lezione Individualizzata di Strumento, possibilmente nei plessi di appartenenza, in giorni da verificare con la segreteria e da concordare con le famiglie nel mese di settembre.
    L’Istituto Comprensivo Vitali di Bellano gode di una deroga speciale del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia il quale, a fronte di una normativa che convalida i corsi a I. M. esclusivamente in plessi unici (anche in contesti analoghi al nostro), ha concesso in via eccezionale (e forse transitoria) la realizzazione del Corso sui tre plessi dell’I.C.
  1. L’iscrizione è soggetta, per normativa nazionale, al superamento di una semplice prova orientativo-attitudinale, durante la quale saranno proposti test standardizzati volti a sondare le caratteristiche percettive degli alunni (ritmo, altezze, memorizzazione e vocalità, attitudine psico-fisica).
    -Tale prova si svolgerà, nella sede di Bellano, nei giorni immediatamente successivi al termine ultimo per le iscrizioni on-line.
    – Non occorre saper già suonare.
    – L’eventuale capacità strumentale pregressa e/o la frequentazione di corsi progettuali di avviamento alla pratica musicale non costituiscono, per legge, diritto prioritario di ammissione; semmai, rappresentano una stimolazione positiva dell’attitudine.
  1. Al termine delle prove, la commissione – costituita per decreto ministeriale dai quattro docenti di Strumento in servizio, da un docente di Musica, dal Dirigente o dal suo Vicario –stilerà una graduatoria generale: i primi 24 alunni, previa conferma diretta delle famiglie, saranno inseriti nel gruppo-classe a Indirizzo Musicale
  1. Agli alunni e alle famiglie – all’atto dell’iscrizione e, per conferma, durante lo svolgimento della prova – è richiesto di esprimere l’ordine di preferenze rispetto a tutti gli strumenti indicati.
  1. I criteri di assegnazione alla classe di strumento sono i seguenti:
    CRITERI:
    I. Valutazioni della prova attitudinale
    II. Graduatoria di merito
    III. Desiderata dell’aspirante
  1.  NORMA TRANSITORIA APPROVATA DAL C.I. NELLA SEDUTA DEL 28.11.2014 valevole fino ad approvazione di regolamento definitivo entro i termini per le iscrizioni dell’anno scolastico 2015/2016In via eccezionale possono essere accolte rinunce entro il primo quadrimestre, purché il numero degli alunni iscritti non scenda al di sotto delle 22 unità, al fine che venga garantito agli altri utenti la frequenza all’indirizzo musicale nelle successive annualità. In presenza di un numero di rinunce eccedenti tale limite, saranno accolte le richieste degli iscritti collocati in posizione peggiore nella graduatoria stilata in seguito alle prove attitudinali e ai quali non sia stato attribuito lo strumento desiderato.
  1.  All’avvio delle lezioni, in linea di massima, le famiglie dovranno provvedere autonomamente all’acquisto dello strumento.
    – I docenti saranno disponibili per consigli e chiarimenti.
    -Solo in casi eccezionali, da valutare in sede opportuna direttamente col Dirigente Scolastico, è possibile effettuare richieste di comodato d’uso per il primo anno di studi.
  1. I Consigli di Classe sono, a tutti gli effetti, dei Consigli di Classe a Indirizzo Musicale; da ciò consegue il fatto che i docenti delle varie discipline terranno debitamente conto degli impegni aggiuntivi (studio, prove, lezioni, saggi, trasferte, gemellaggi, ecc.) precipui del “Musicale”, sia in fase di programmazione sia nell’assegnazione dei compiti o nell’organizzazione delle verifiche e degli impegni scolastici.
  1.  Valutazione:
    – la specialità strumentale è disciplina curriculare, pertanto è valutata come tutte le altre materie;
    – in sede di Esame di Licenza gli alunni sosterranno una piccola prova strumentale, inserita nell’ambito del colloquio pluridisciplinare;
    – nel Certificato delle Competenze, rilasciato dalla scuola in funzione del passaggio alla formazione di secondo grado, sarà riportata anche la valutazione relativa allo Strumento Musicale.

Allegato

Regolamento indirizzo musicale con norma transitoria
Titolo: Regolamento indirizzo musicale con norma transitoria (229 clicks)
Filename: regolamento-musicale-con-norma-transitoria.pdf
Dimensione: 499 KB




Torna in alto